Panagia Spiliani, La Madonna della Grotta di Nisyros

Panagia Spiliani, La Madonna della Grotta di Nisyros

Tra le escursioni più gettonate per i turisti in vacanza sull’isola di Kos in Grecia c’è sicuramente l’isola vulcanica di Nisyros.

La visita al cratere del vulcano con i fumi e il forte odore di zolfo. Il villaggio di Nikia con una tra le più belle piazze di tutta la Grecia. Le chiesette sparse un pò ovunque sull’isola. Le piccole spiagge. Le taverne che servono prelibatezze della cucina tradizionale del posto e greche.

Per visitare ci sono principalmente due possibilità. Si prenota un’escursione da Kos che include la guida con il percorso classico pick up nel punto stabilito, barca Kardamente Nisyros Kardamena, bus per il trasporto verso il villaggio di Nikia e il cratere del vulcano ancora attivo. Oppure traversata individuale, noleggio di un mezzo per poi spostarsi verso le attrazioni dell’isola.

Se invece si viene per il pellegrinaggio alla Madonna della Grotta basta solamente comprare un biglietto andata e ritorno tra Kardamena e Mandraki delle varie barche che effettuano giornalmente la traversata ad orari prestabiiti. Normalmente partenza da Kardamena dalle nove di mattina in poi con i primi ritorni da Nisyros dalle 15 in poi.

Il villaggio portuale di Mandraki è il più grande dell’isola. Sovrastato dalle rovine del castello dei cavalieri ospedalieri. Al suo interno si trova la chiesa e il monastero dedicato alla Madonna della Grotta dove si venera l’icona miracolosa.

Incamminandosi verso il monastero che è ben visibile dal mare attraverso le viuzze strette tipiche dei centri storici della Grecia per confondere i pirati ma anche per creare ombra perché qui l’estate è lunga. Continuando a camminare si arriva oltre passando i vari negozi e il museo all’incrocio per salire al monastero. Dopo una scalinata di 270 gradini si accede finalmente al monastero. Nel suo perimetro si trovano il negozio con prodotti monastici, incenso, corde di preghiere, comboschini, copie della santa icona miracolosa. Un museo con oggetti liturgici utilizzati in passato. La piccola chiesa con al suo interno una bella iconostasi con alla sua destra l’icona della Madonna della Grotta di Nisyros.

Secondo la tradizione un pastore nel quattordicesimo secolo scoprì per caso questa grotta con all’interno l’icona. Decise quindi di portarla nella chiesa principale. Il giorno seguente l’icona era sparita. Venne ritrovata qualche ora più tardi di nuovo nella grotta. Questo accadde per ben tre volte. A quel punto gli abitanti e il clero del luogo capirono che la Madre di Dio gli invitava a costruire una chiesa proprio in quel luogo perché proprio lì voleva essere venerata.

Venne costruito il monastero e la sua chiesa. Ben presto grazie a tutti i miracoli concessi questa Madonna divenne conosciuta in tutte le isole della regione del Dodecaneso.

Ancora oggi il 15 di agosto giorno della sua festa migliaia di persone vengono a Nisyros a celebrarla.

Si noti come nella Santa Icona la mano sinistra sia sproporzionata sia in grandezza sia in rilievo, questo è dovuto perché contiene i resti della prima icona miracolosa.

Sotto i fedeli devoti hanno attaccato le tradizionali placchette in metallo oppure placate argento per ringraziare di una grazia ottenuta per sua intercessione. Mentre nel corridoio accedono le candele devozionali.            

Bastano solo cinquanta minuti di traversata in barca dal villaggio di Karadamena a qualche kilometro dall’aeroporto internazionale di Kos per arrivare a Mandraki sull’isola di Nisyros, che non dispone di nessun aeroporto, quello di Kos è quello più vicino con collegamenti domestici tutto l’anno e collegamenti internazionali durante la stagione estiva con le principali città europee operati dalle maggiori compagniee aeree come Aegean Air, Olympic Air, SkyExpress, easyJet, RyanAir, eurowings, vueling per citarne solo alcune. Alternativamente è possibile utilizzare lo scalo di Rodi

I collegamenti marittimi tra Kardamena e Nisyros sono operati dalle barche turistiche e dalla barca Panagia Spiliani. Gli altri collegamenti verso Kos città, le isole vicine, oppure il Pireo sono operati con frequenze settimanali a dipendenza della stagionalità. Verificare sempre sul sito ufficiale della società di trasporto. In caso di cattivo tempo ritardi e cancellazioni sono possibilità da considerarsi.

Blue Star Ferries collega Nisyros con Atene (porto del Pireo), Kos, Rodi, Kalymnos, Symi, Patmos.

Dodekanisos Express offre collegamenti in catamarano da Rodi per Kos via Halki e Tilos.

Panagia Spiliani per collegamenti tra Nisyros e Kardamena come pure tra Nisyros e Kos Town.

Altre isole vicine con importanti luoghi di pellegrinaggio sono il monastero di San Michele Arcangelo a Panormitis, isola di Symi. Rodi con la baia di San Paolo dove l’apostolo sbarcò nella sua terza missione evangelica. La Panagia Tsambika sulla via di Lindos sempre a Rodi. L’isola dell’apocalisse di San Giovanni con la sua grotta a Patmos.


Panagia Spiliani, La Madonna della Grotta di Nisyros


GPS: 36.610708, 27.130826



Matteo De-Gasperi

Matteo De-Gasperi Pellegrino dal 1993. Autore di progetti sostenibili per pellegrinaggi slow. Conoscitore del cristianesimo orientale. Scrittore di guide e articoli inerenti a devozioni e pellegrinaggi. Dal 2005 nella federazione svizzera di giornalisti specializzati. Prosegue il suo approfondimento teologico tra il Ticino e l'isola di Patmos in Grecia.