La Semana Santa in Spagna

La Semana Santa in Spagna

Semana Santa è il periodo in cui tutti in Spagna si muovono. Alcuni vanno in vacanza e altri tornano al paesello. Oltre il gran numero di spagnoli che si muovono in questo periodo si aggiungono turisti, curiosi e pellegrini che si recano specialmente nelle città spagnole per partecipare ai riti della Settimana Santa.

Per l'occhio profano sono un evento folkloristico e ripetitivo ma per l'anima sensibile del pellegrino sono un esempio di devozione popolare ancorato nella tradizione nonostante la sempre più forte decristianizzazione della società.

Ogni città ha un suo programma con i momenti più intensi il giovedi santo giorno della lavanda dei piedi e dell'ultima cena e il venerdi santo con la rappresentazione della salita al Calvario, crocefissione, morte e deposizione di Gesù tra le braccia della Madonna Addolorata.

Le confraternite si preparano di anno in anno per questo evento e quando il tempo non permette l'uscita del passo sono veri e propri drammi che si consumano con fiumi di lacrime dei confratelli. Inoltre va considerato il costo elevato della preparazione con i fiori, le decorazioni.
Le prove con i portatori delle statue che pesano centinaia di chili e che durante tutto il tragitto della processione si danno il cambio.

Normalmente la statua con la rappresentazione del passo esce dalla chiesa di quartiere ed è proprio in quel momento che la gente del posto esprime tutto il suo amore alla Santissima Madre di Dio.
Un altro momento molto forte è quando la confraternita entra nella cattedrale. La banda si ferma fuori. Il transito in cattedrale è solenne e con tutto il pathos che la situazione richiede. Ricordiamoci che stiamo rievocando le ultime ore, l'esecuzione di un uomo e in questo caso il figlio di Dio.
Proprio in questi momenti di silenzio e riflessione che spesso sotto i vestiti completamente cperti gli occhi dei confratelli tradiscono le proprie emozioni con occhi lucidi e lacrime.

Alcuni confratelli per particolare devozione escono in processione scalzi, oppure con gli occhi bendati, altri ancora portando più croci a seconda della loro personale situazione.
I veri penitenti sono quelli che portano il famoso cappuccio a cono piegato.

Le confraternite possono contare da qualche centinaio di persone alle migliaia. Tra i più famosi confrattelli in Spagna l'attore Antonio Banderas a Malaga.
Adulti e bambini sfilano con lo stesso costume, incappucciati. Ogni confraternita ha i propri colori che hanno sempre un significato profondo.

I riti della Settimana Santa si svolgono in tutte le città spagnole ma le loro differenze sono notevoli. Per esempio anche tra Malaga e Siviglia città relativamente vicine ci sono notevoli differenze.
Sicuramente la più famosa è quella di Siviglia ma anche le altre sono molto suggestive tra cui quelle di Avila, Zamora, Alicante, Cordoba, Granada, Salamanca, Valladolid.

Nel 2021 la settimana santa inizia il 28 marzo con la festa della Domenica delle Palme.

La settimana santa è altissima stagione simile alle prime due settimane di agosto conviene quindi prenotare con largo anticipo. Molto spesso i treni da e per Madrid partono completi nonostante l'aggiunta di corse addizionali.

Per informazioni inerenti le settimana sante consigliamo di riferirsi direttamente alla pagina web dell'ente turistico della città prescelta. Se possibile scegliete una struttura su un percorso di qualche processione.
Per gli orari dei treni spagnoli e l'acquisto di biglietti visitate il sito Renfe

Da Zurigo oppure dagli aeroporti milanesi esistono numerosi collegamenti diretti versso le città spagnole tra cui Madrid, Barcellona, Valencia, Alicante, Bilbao, Zaragoza, Santiago de Compostela, Malaga, Siviglia.