Turisti o Pellegrini?

Turisti o Pellegrini?

A primo sguardo la differenza tra pellegrinaggi e turismo religioso sembra molto sottile in realtà non potrebbe essere più grande.

Ma come sapere chi è chi soprattutto quando si può essere entrambi.

Qui vi propongo un caso da manuale i monasteri delle Meteore, Grecia. Ci sono due tipologie di persone che le frequentano.

I turisti che arrivano con i tour in pullman o con mezzi propri oppure i pellegrini. I turisti ammirano il paesaggio, salgono e scendono le scale divertiti e fanno selfie a non finire. Avvolte apprezzano la qualità degli affreschi ma non ne capiscono ne i soggetti ne illoro significato più profondo. Sono sempre di fretta perchè vogliono vedere tutto e poi devono andare a mangiare. Per fortuna che anche se loro non se ne accorgono la loro anima capisce quello che vede e con un pò di buona volontà tutto si può imparare.

I pellegrini sono quelli che vengono qui dopo aver pregato a lungo. Sono meravigliati dalla qualità degli affreschi, chiedono aiuto e misericordia a tutti i santi rappresentati, venerano le icone ed un fattore importante è anche la possibilità di pregare davanti alle reliquie dei Santi custoditi nel monastero. Si informano sul orario della liturgia e se vi possono accedere. Sono silenziosi, raccolti nelle loro preghiere.

Avvolte una persona può essere entrambi Nello stesso viaggio sia pellegino che turista. Un giorno lo dedica alle chiese e monasteri, il giorno dopo lo dedica a visitare castelli, foreste e andar a pescare al fiume. Non per forza uno esclude l'altro.

L'importante è viaggiare con rispetto del luogo e delle persone che ci vivono e per quanto riguarda i souvenirs consiglio sempre di acquistare prodotti locali se possibile, magari leggermente più cari ma almeno contribuite alla comunità locale.